UIL SCUOLA TOSCANA
Tutte le notizie aggiornate
5 Febbraio 2023

D’APRILE: MISURE SPOT NON RISOLVONO PROBLEMI STRUTTURALI. DENUNCEREMO INADEMPIENZE

ricorso

LE EMERGENZE SUI TERRITORI, GLI ANNUNCI DEL MINISTRO – L’impegno Uil: serve un piano di messa in sicurezza e interventi organici.

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito, prof. Valditara, ha preannunciato la possibilità di implementare a breve un piano ambizioso e significativo dell’edilizia scolastica in merito alla messa in sicurezza e riqualificazione degli impianti scolastici -.

Quello della sicurezza è una tema di cui abbiamo ampiamente discusso durante il nostro congresso e durante il congresso confederale.  Insieme e con l’aiuto della UIL che, come noto a tutti, è in prima linea in merito alla sicurezza sul lavoro, rivendichiamo una scuola sicura sotto ogni punto di vista.

Proprio a Cagliari, il mese scorso – afferma D’Aprile nel suo intervento nell’assemblea delle RSU nel capoluogo sardo – è crollata l’Aula Magna di Lingue dell’Università a poca distanza dall’asilo nido e dal gabbiotto della vigilanza. Fortunatamente non ci sono state conseguenze serie in quanto il crollo è avvenuto non in orari di lezione.

Strutture fatiscenti, senza collaudo statico e, in quasi in 50% dei casi senza il certificato di agibilità e/o quello di prevenzione incendi: è questo il quadro attuale dello stato dell’edilizia scolastica del nostro Paese. Eppure, secondo una indagine conoscitiva del 2018 della Camera dei Deputati, sul tema “Edilizia scolastica e sicurezza nelle scuole”, dal 2014 al 2017 sono stati investiti complessivamente, su questi capitoli, 9 miliardi e 573 milioni di euro.

E’ la testimonianza che finanziamenti spot e di breve periodo non sono adatti a risolvere problemi strutturali che prevedono tempistiche più lunghe con una progettazione certificata, adeguata e articolata nel tempo – osserva il segretario generale della Uil Scuola Rua.

Denunceremo le inadempienze per evitare conseguenze serie e pretenderemo un maggiore impegno per la sicurezza nelle scuole da parte di tutti gli attori coinvolti – rilancia D’Aprile – attraverso interventi organici e strutturati nel tempo.

You might be interested in …